DIBAIO

La ceramica italiana “TERRA NOSTRA”

Laudato sì, mì Signore” cantava san Francesco d’Assisi.

Questo bel cantico ci ricorda che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: “Laudato sì mi’ Signore, per sora nostra madre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con colriti fiori et herba“.

Così inizia, al primo comma, la lettera enciclica sulla cura della casa comune di Papa Francesco, che rammenta il rispetto di quanto ci è dato da madre natura: ecologia, sostenibilità, bellezza.  

Le nuove costruzioni nel senso più ampio di edilizia di culto, la chiesa, l’oratorio, gli spazi da condividere in comunità devono rispettare anche nei materiali impegnati , questi valori, riconosciuti tali sia dall’architetto, dallo studio di progettazione sia dalla committenza attenta illuminata. 
La Ceramica Italiana, figlia della nostra terra, rappresenta una delle più prestigiose eccellenze produttive del panorama industriale nazionale grazie all’innovazione tecnologica, sempre in continua evoluzione e al lancio sul mercato di prodotti che dettano le tendenze del gusto in tutti paesi del mondo. 
Quattro immagini che illustrano questa pagina vogliono riassumere sottolineare la disponibilità progettuale della Ceramica che si offre sia come scelta di colore, sia nella materialità, sia nelle forme e misure differenti. Esempi simbolo che testimoniano 
come la ceramica, l’argilla della nostra terra è il risultato di una scelta rispettosa progettuale ed esecutiva. 
Le varie collezioni di piastrelle ceramiche, sia per pavimenti che per rivestimento, sono apprezzate non solo nel mercato interno ma vengono esportate per l’85 trovando consenso ad ogni latitudine. 
Le ragioni dell’apprezzamento della Ceramica Italiana si basano su diversi fattori. 
Il valore estetico: ricerca grafica e cromatica. 
L’innovazione: tecnologie all’avanguardia ed indotto della meccanica in continua ricerca di nuove soluzioni.     
La sostenibilità: cicli produttivi che hanno bassi consumi e conseguente risparmio energetico. 
La vasta gamma di prodotti: svariate piastrelle di ceramica che rispondono a diverse esigenze costruttive, dall’utilizzo della ceramica per facciate esterne o per sistemi di riscaldamento dei pavimenti. 
Le moderne produzioni sono in grado di riprodurre fedelmente soluzioni antiche tali per cui eventuali interventi di recupero presso edifici storici possono trovare nella ceramica italiana un valido supporto, anche alla luce della facilità e rapidità di posa dei rivestimenti ceramici.     

condividi :
Redazione
30/10/2007
Il maestro e il suo ex modello
01/09/2005