ARCHITETTURA

Centro benessere con Spa

Ovunque nel mondo, l’ospitalità alberghiera si è trovata di fronte una quasi rivoluzione nelle abitudini dei suoi frequentatori e, di conseguenza, nelle loro esigenze in termini di comfort e di dotazioni dell’albergo: in particolare, al mare o in montagna, in città o in campagna, se la categoria dell’hotel è dalle tre stelle in su, il cliente si aspetta sempre almeno una piscina, una sauna o, per i livelli più alti, di un Centro Benessere con Spa. Affacciato sul Mar Mediterraneo e a due passi dalla spiaggia di Tonnarella a Mazara del Vallo, il Visir Resort & Spa nasce con il concetto di Boutique Hotel. 
Eccellenza, lusso, ricercatezza e cura dei particolari, queste le parole chiave che rendono particolari le piscine realizzate dalla nota azienda di Palermo.
Il progetto del complesso, in un moderno stile moresco, è dell’architetto Alberto Ditta, mentre gli impianti delle piscine sono stati progettati e realizzati dall’architetto Carmelo Greco.
La piscina esterna è realizzata in calcestruzzo e rivestita da un particolare tipo mosaico vetroso color vinaccia: la forma rigorosa e la raffinata linearità assecondano il desiderio di benessere senza trascurare l’aspetto estetico, che sembra fondere lo scuro specchio d’acqua con la pavimentazione circostante color ghiaccio.La protagonista del resort è la piscina interna della Spa: la struttura è anch’essa realizzata in calcestruzzo e rivestita con mosaico vetroso di due colori, beige e nero, con effetto maculato, mentre le pareti dell’ambiente che la circonda sono di colore oro; la temperatura dell’acqua, con sistema di circolazione a sfioro, raggiunge i 32°C; la dotazione è arricchita da due lettini in acciaio inox con aeromassaggio, sedici bocchette idromassaggio per quattro postazioni, otto bocchette geyser a pavimento e due cannon jet con cascata a lama.
L’attrezzatura tecnologica della piscina è completa: l’impianto di trattamento dell’acqua con circolazione a sfioro, mosso da una pompa da 1,5 hp di potenza, prevede un filtro a sabbia dalla portata di 22 mc/h ed è completato, oltre che dalla griglia in acciaio inox coperta da ciottoli per una maggior resa estetica, da quattro bocchette a pavimento e da una bocchetta aspirafango; l’impianto di riscaldamento è alimentato da una pompa di calore con scambiatore elettrico da 12 kw; l’impianto subacqueo di illuminazione si affida a quattro fari, ciascuno da 300 W.
Tutto è stato curato con attenzione per assicurare un grande charme e un perfetto relax. (Piscine Systems)Le forme dell’acqua
www.piscinesystems.it

condividi :
SCENOGRAFICHE SCALE
02/02/2009
RiminiRock
31/07/2005