ARCHITETTURA FARE PENSARE

Case di campagna

Il luogo è idilliaco: una collina circondata dal bosco. Il disegno
della casa-atelier presenta linee di pura geometria la cui astrattezza
viene accentuata dal confronto con la natura circostante. La scelta dei
materiali e dei sistemi di climatizzazione passiva testimoniano
la capacità di inserimento nel contesto, secondo una filosofia di
autentico rispetto per la sostanza più vera del paesaggio.

La piscina bordata di pietre, accostata al muro
di cinta: un’immagine di assoluta razionalità entro
un contesto quasi arcaico. Nella semplicità della
costruzione il confronto tra presente e passato non solo
regge, ma diventa foriero di grande suggestione.
Lo specchio d’acqua mitica l’impatto dei raggi solari
sulla pietra e fa del patio un salotto.

Una cascina nei pressi di Firenze, diventa villa, secondo uno stile
personale che contempla elementi e soluzioni contemporanee con il volto
storico dell’edificio. La casa si incentra sull’open-space, ambiente di
distribuzione dei percorsi e delle funzioni abitative, luogo di godimento
estetico della casa, che si articola in ambiti diversi, raccordati da scale che
raggiungono, al livello ribassato, uno studio-rifugio ricco di fascino e
personalità e, in alto, i locali per la notte e un bagno da sogno.

condividi :
Ordine degli Architetti di Viterbo
15/02/2008
Regali
31/07/2005