ARCHITETTURA FARE PENSARE

Car Shoe

L’architetto ha seguito il progetto della prima boutique milanese del marchio “Car shoe”, le scarpe sportive per automobile dotate di chiodi di gomma create nel 1963 dall’ artigiano Gianni Mossilo. Uno spazio vendita volutamente essenziale e lineare dove i contenitori delle calzature diventano immagine stessa del prodotto. Non messa in scena dell’apparenza, ma corrispondenza tra vetrina e esposizione interna, dove le immagini dei prodotti sono presentati in light box che regalano al negozio un’immagine non statica, ma che periodicamente cambia.

The first Milanese ‘Car Shoe’ boutique is based on a project by the architect; the shoes, for automobiles, are fitted with rubber studs and were made in 1963 by Gianni Mossilo. Sales space is deliberately simple and linear, with shoeboxes used to portray product image. More than just simple display, there is coherence between the shop window and the inside of the store. Pictures of the product are presented in light boxes that provide a dynamic image to the shop, which changes periodically.

Architetto / Architect Roberto Baciocchi

I progetti dell’architetto Baciocchi tendono a una simbiosi tra qualità, essenzialità e cura del dettaglio, esprimendo, così, una sintonia tra ambiente, prodotto e clientela.

Projects by architect Baciocchi tend towards a symbiosis between quality, simplicity and attention for detail. He thus creates harmony between setting, product, and clientele.

Nelle foto: 1. Particolare del piano sospeso della vetrina, in legno di abete.
2. Vetrina come cornice dell’allestimento interno.
3. Vetrina senza profili metallici con una maniglia verticale in legno di abete invecchiato a tutta altezza.
1. Detail of the suspended fir wood shelf in the shop window.
2. The shop window acts as a frame for the interior arrangement.
3. The shop window without metal outlines and with a vertical full-height and antiquated fir wood door handle.

Nelle foto: 4. Essenziale esposizione delle scatole di scarpe, intervallate da men-sole in ferro naturale e luce fluorescente nascosta.
5. Seduta sospesa, rivestita in pelle scura a canneté e light box in perspex satinato realizzati dalla ditta Masserdotti.
4. Simple display of the shoe boxes spaced out with natural iron shelving and hidden fluorescent lighting.
5. Suspended seat covered in dark grosgrain leather, and satin-finish Perspex light box by Masserdotti.

Sul fronte di via della Spiga, una grande vetrata senza profili metallici con una maniglia verticale in legno a tutta altezza, inquadra l’allestimento interno della boutique.La vetrina appare essenziale, con l’unica presenza di un semplice piano sospeso in legno. Nel progetto, l’architetto mette in scena un rigore sofisticato e ricercato, contras-segnato da una scenografia minimale, dove la nuova formula commerciale ed espositiva diventa uno spazio “contenitore-comunicatore” funzionale. L’area vendita è rappresentata da un unico luogo espositivo dove i contenitori delle calzature diventano immagine stessa del prodotto. Le semplici scatole da scarpe sono gli attori dell’allestimento della lunga parete a destra dell’ingresso. A intervalli, piani sottili di ferro grezzo disegnano dei tagli orizzontali sopra i quali vengono esposti i modelli delle calzature, messi in luce da un’illuminazione fluorescente nascosta sotto i piani espositivi del prodotto. In modo speculare, una lunga seduta sospesa rivestita in pelle scura a canneté si aggetta dalla parete di fronte, dialogando con la precedente, grazie a una sequenza di grandi superfici in perspex retroilluminato.

The façade of via della Spiga is a large window without metal borders and with a vertical, full-height, fir wood door handle, the lot providing a frame for the interior arrangement of the boutique. The shop window is simple, with only suspended wooden shelving. The architect’s project is a mixture of sophisticated and elegant rigour, characterised by minimal ‘stage design’. This novel display acts as a functional ‘communicating container’ of space. The sales area is a single display space where shoeboxes are used for the image of the product. The simple boxes provide the outfitting of the shop down the long wall to the right of the entrance. At intervals, thin shelves in coarse iron provide horizontal features upon which are dis-played the shoes under fluorescent ligh-ting hidden below the display shelves. Mirroring this is a long suspended seat covered in dark grosgrain leather on the opposite wall. It communicates with the right side wall with a sequence of large backlighted Perspex surfaces.

La ditta Masserdotti ha curato la realizzazione di questi light box, inserendo le immagini delle calzature e delle campagne pubblicitarie del marchio “Car Shoe”. I materiali e i colori, presenti nella boutique, sono giocati nelle tonalità di sabbia e cocco naturale e creano un ambiente ed un’atmosfera sobria, raffinata ed elegante, coerente con lo spirito del luogo e con l’immagine del marchio. Il distintivo segno grafico del pavimento sottolinea la linearità del progetto: lunghe doghe, in legno di abete invecchiato trattato a cera, procedono con continuità dall’ingresso alla zona cassa e magazzino. Nell’area vendita le pareti sono verniciate in stucco opaco mentre nell’area cassa sono state realizzate in MDF naturale. L’illuminazione del negozio e della zona vetrina è realizzata attraverso feritoie dal fondo scuro incassate a soffitto contenenti gruppi di faretti su binario che garantiscono una luce diffusa all’ambiente. Il progetto d’arredo di questa boutique, come quello di altri negozi della linea Prada, è stato realizzato da Marconi Arredamenti srl di Arezzo.

These light boxes, used to insert images of the shoes together with advertising campaigns of the Car Shoe brand, are made by the company Masserdotti. Their materials and colours, present in the shop, play around with sand and natural coconut hues to create a sober, refined and elegant atmosphere, matching the spirit of the locale and the image of the brand. The distinctive graphic floor underlines the linearity of the project: long antiquated fir wood planks, treated with wax, proceed with continuity from the entrance to the cash desk area and the storeroom. In the sales area the walls are painted in opaque plaster, whereas for the cash desk area natural MDF has been used. Lighting used for the shop and the shop window is done using dark-ground slits set in the ceiling and containing groups of spotlights on cables, thus providing diffused lighting. Furniture design for this boutique, like that used in other Prada shops, is by Marconi Arredamenti Srl, Arezzo.

Nelle foto: 1. Particolare dello spazio vendita volutamente essenziale e lineare.
2. Linearità del movimento grafico del pavimento, composto da lunghe doghe in legno. L’arredamento è stato realizzato da Marconi Arredamenti srl di Arezzo.
1. Detail of the deliberately simple and linear sales area.
2. The linearity of the graphic movement of the floor made with long wooden planks. Furniture by Marconi Arredamenti Srl, Arezzo.

Perspex retroilluminato
Back-lighted Perspex

Nelle foto: 3. Light box in perspex satinato realizzato dalla ditta Masserdotti.
4. Pianta.
5. Sezioni.
3. Light box in satin-finish Perspex by the company Masserdotti.
4. Floor plan.
5. Cross sections.

condividi :
Sicilia: semplice rigore
27/01/2014
La grazia dell’intaglio e dell’intarsio
21/01/2009