FARE

UNA CAMPANA PER LA CONCORDIA

Per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia anche la Pontificia Fonderia di Campane Marinelli di Agnone (Isernia) ha pensato a un suo contributo. Nel dicembre 2010 è stata fusa una campana intesa come prototipo di una più ambiziosa opera monumentale da porsi in un luogo molto significativo della Capitale. Il rito della fusione è stato celebrato dal Vescovo della diocesi di Trivento, S.E. Mons. Angelo Domenico Scotti, alla presenza del Prefetto di Isernia e di alte Autorità civili e militari, a testimonianza del valore civile dell’evento. Le stesse accompagneranno la campana dal Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, come segno di fiducia da parte del Molise, piccola regione convintamente “italiana”, orgogliosamente presente con un augurio sonoro ai festeggiamenti della storica ricorrenza.
La campana è per eccellenza espressione della vita civile: le sue lontane origini infatti la vedono anzitutto quale araldo che convoca le assemblee cittadine e chiama a raccolta gli abitanti in caso di emergenza. Nel corso della storia diventa simbolo della presenza della Chiesa nelle comunità locali e la sua voce scandisce il ritmo non solo della vita civile, ma anche, e soprattutto, delle ore e delle azioni liturgiche.
La Fonderia Marinelli, con la sua storia millenaria, ha accompagnato il tratto più lungo del percorso con cui le campane si sono evolute, quale espressione religiosa e civile. Già nel lontano 1961, i precedenti titolari della Fonderia, Pasquale ed Ettore Marinelli, avevano commemorato il I Centenario dell’Unità con una campana dedicata all’Italia che recava in rilievo il simbolo della bandiera e i ritratti dei suoi protagonisti: Mazzini e Garibaldi, Vittorio Emanuele e Cavour. Oggi, a distanza di 50 anni, Armando e Pasquale Marinelli hanno inteso ornare la nuova campana, del diametro di cm 50 e del peso di circa 100 Kg, con elementi simbolici e commemorativi e, naturalmente, con il logo della Repubblica Italiana e quello istituzionale dell’avvenimento. La campana dedicata a questa storica ricorrenza, pur essendo la prima opera dedicata esclusivamente ai 150 anni dell’Unità d’Italia, non è l’unica iniziativa in programma nell’antica bottega di Agnone. Una grande statua raffigurante Giuseppe Garibaldi è stata collocata a Villa Literno (Caserta) e tante sono state le campane-monumento celebrative dello storico evento, tra le quali ricordiamo quelle di Formia (Latina) e Minturno lungo il Garigliano. Nella millenaria Pontificia Fonderia di Campane Marinelli sono state inoltre prodotte piccole campane e bronzetti artistici richiesti da una clientela attenta al significato della ricorrenza.PONTIFICIA FONDERIA DI CAMPANE
www.campanemarinelli.com

condividi :
Ambrogio Tresoldi
31/07/2005
Nel vecchio villaggio;
15/02/2007