ARCHITETTURA

Vivere all’aperto

Nella bellissima campagna senese, dalle dolci ondulazioni delle colline di creta rossa e ocra, questo antico casale di pietra amorosamente recuperato dall’oblio del tempo si prolunga in una zona pranzo all’aperto ma coperta dal tetto di coppi: sulla parete di fondo spiccca il bel forno bordato di classici mattoni, utilissimo per preparare squisiti manicaretti. Foto di: A. LecceUn bell’angolo barbecue è stato creato in giardino sotto una tettoia sostenuta da due poderose colonne in pietra intonacata: la sua struttura è di muratura rivestita di mattoni vista, con eleganti, sportelli di legno e ferro, mentre il piano di lavoro è di marmo, come le comode mensole; pavimento a opus incertum di cotto e marmo bianco, un insieme alquanto insolito.
Oltre agli aromi da spargere sul fuoco durante la cottura del cibo, ci sono vari tipi di legna più o meno profumata che offre effetti sorprendenti se abbinati al piatto adatto. Gli orientali sono maestri di queste raffinatezze, così scopriamo che per le carni rosse sono particolarmente indicate le essenze più profumate tipo il larice, pino, abete, cedro e i rami di rosmarino che conferisce uno straordinario profumo alle braci. Per le carni bianche è ideale la farnia e tutta la famiglia delle querce. Per il pesce sono ideali il pino marittimo, il ginepro bianco. Attenzione a non usare il legno di oleandro o di carrubbo che oltre a rovinare i cibi con uno sgradevole sapore amaro, sono velenosi.La tradizione prevede di preparare il combustibile a piramide sul piano del braciere e, dopo aver innescato la combustione con gli appositi accendi fuoco, attendere che i tizzoni abbiano assunto un aspetto superficiale di colore bianco e brucino senza emettere fiamma. Le pigne secche sono utili per avviare il fuoco, bruciano velocemente ma si riducono velocemente in un cumolo di ceneri. A questo punto il materiale acceso può essere disteso sul piano del braciere in modo che occupi circa il doppio della superficie occupata dai cibi disposti sulla griglia. È importante posizionare quest’ultima a una distanza che permetta una cottura in profondità senza carbonizzazioni superficiali. Per ottenere regolazioni di durata e intensità va tenuto presente che più i tizzoni sono ravvicinati tra loro, maggiore sono l’emissione di calore e il periodo di irraggiamento per diminuire i due effetti basta spaziare la brace con gli apposti strumenti.
Il ravvivamento della brace si può ottenere aumentando l’afflusso d’aria al braciere con mantici o ventagli, se effettuato durante la cottura è consigliabile allontanare momentaneamente la griglia con i cibi per evitare bruciature o ricadute di cenere sugli alimenti.Ingombro minimo e massima funzionalità sono le caratteristiche principali di Sigmafocus, barbecue da muro composto da una vasca ribaltabile in acciaio del diametro di soli 75 centimetri. Nella versione chiusa occupa uno spazio molto ridotto, adattandosi facilmente anche ad ambienti molto contenuti come ad esempio un terrazzo. Il disco murale fisso consente di proteggere la parete sottostante dai fumi, mentre un pratico raccoglitore per ceneri consente un uso molteplice ovviando così all’incombenza di svuotare la vasca ad ogni utilizzo. (Focus, design Dominique Imbert)

Il barbecue Saturno è un prodotto unico per le sue forme e per i materiali di costruzione: circolare è realizzato in cemento, granulati di marmo e pietra. Una combinazione suggestiva, anche a livello cromatico. (Sarom)

La serie Discovery, propone una scelta di barbecue che annovera importanti caratteristiche: struttura e design all’avanguardia, praticità e una cucina sana dai sapori inalterati. (BeefEater Italia, distribuitore esclusivo Il Braciere)

La soluzione, innovativa ed estremamente pratica, è rappresentata dalla “Plancha” di ENO: la superficie di cottura, resistente alle intemperie e all’uso intensivo, è una piastra in ghisa smaltata a tre strati, riscaldata da efficienti bruciatori a gas, che viene garantita addirittura per dieci anni. L’intelaiatura e la vaschetta di raccolta sono realizzati in acciaio inox di tipo marino, per la massima resistenza agli agenti atmosferici. La piastra in ghisa smaltata è garantita 10 anni. (Gaia)

Gemini è un barbecue con grande capacità di cottura, il doppio focolare permette due tipi di cottura contemporaneamente: griglia/ spiedo, carne/pesce. Il supporto centrale per griglia/arrosto è completo di due griglie in tondino inox.

È la soluzione ideale per ottenere un’accensione immediata con carbone vegetale, in grill e caminetti, anche se ben si utilizza con la legna, e consente di ottenere una brace uniforme, inodore e insapore. La bottiglia è dotata di chiusura di sicurezza. (Go fire, Texpack)

PastaSì , la pentola multiuso brevettata, che con il suo esclusivo sistema di chiusura del coperchio consente di scolare
perfettamente pasta, verdure, patate, riso, uova o altre pietanze direttamente dalla pentola. È semplice da usare per cuocere, scolare, condire e saltare i cibi. (Pensofal)

ALLA SCOPERTA DEI PRODOTTI MADE IN ITALY

L’ arte del cucinare prima o poi contagia tutti e se proprio si è refrattari, quando si tratta di consumare un ottimo piatto, nessuno declina. Soprattutto se vengono proposte golosità tipiche del Belpaese, quali formaggi deliziosi, salse sfiziose, oli dal profumo e aroma intenso ma non invadente, senza tralasciare gli ottimi salumi che da soli possono risolvere un pasto (pane e salame insegnano!).
Ancora meglio consumare e cucinare i pasti all’aperto, andrà benissimo anche un terrazzo dove posizionare un barbecue o un piccolo forno, completando il tutto con degli amici et voilà il pranzo ed il divertimento sono gustosamente serviti!

1. Questo forno rotante per pizza è equipaggiato con un sistema di riscaldamento a doppio bruciatore indipendente, tra platea e volta. Il forte effetto volano termico, combinato con la platea rotante, consente al forno eccellenti qualità e quantità di cottura. (Morello Forni)
2. Il forno a legna Premium di Sunday è confortevole e sicuro ed ha anche un occhio di riguardo al risparmio: il suo utilizzo costa fino a 10 volte in meno rispetto ad un forno elettrico e fino a 5 volte in meno rispetto ad un forno in muratura. (MCZ Group)
In caso di pioggia, tutti al riparo! (Tender by Sunroom)

E’ dal 1992 che, precorrendo le tendenze salutistiche dell’alimentazione attuale, si produce solo miele proveniente da agricoltura biologica. Un prodotto assolutamente naturale perché frutto di una produzione realizzata in ambienti incontaminati. Il miele viene rigorosamente selezionato in base alle sue caratteristiche organolettiche e chimico-fisiche e per preservarne sapore e principi nutritivi la trasformazione avviene a freddo con un metodo esclusivo brevettato. (Rigoni di Asiago)

Flavor Molise DOP è un olio extravergine di oliva di altissima qualità dal sapore fruttato intenso. Al palato sprigiona note piccanti e amare al punto giusto; il colore è verde tendente al dorato. (Nature)

Piccoli piaceri per il palato: le salse di tradizione piemontese, come la bagna cauda in cui intingere le verdure a mo’ di pinzimonio; il bagnetto verde a base di prezzemolo e quello rosso con pomodoro e peperoni. E poi le creme di funghi, tartufo e peperoncino, un paradiso per i golosi. (Oliveri)

In Piemonte, formaggi freschi e stagionati di varie tipologie, oltre allo yogurt, sono prodotti presso la sede della Cooperativa, dove è in funzione il caseificio aziendale, gestito dai soci, in cui viene trasformato il latte di capra e di mucca. (San Salvatore Società Cooperativa Agricola)

San Giuseppe, prestigiosa etichetta dell’Azienda maremmana Fattoria Mantellassi: un prodotto tipico e di alta qualità.

La qualità delle carni di Cinta Senese, grazie al sistema di allevamento estensivo che testimonia l’antica tradizione di allevamento del suino in Toscana, ha consentito agli allevatori, organizzati in un Consorzio, di ottenere la Denominazione di Origine Protetta. Tra i principali prodotti della trasformazione delle carni vi è il Salame di Cinta Senese. (Consorzio di tutela della Cinta Senese)

Produttori d’olio extra vergine di oliva dal 1926, quando il fondatore, Vito, acquistò un mulino ottocentesco e lo trasformò in Frantoio Oleario. Tra i prodotti di punta l’extravergine “ Affiorato” e gli oli aromatizzati. (Frantoio Galantino)

condividi :
Un vero impianto di riscaldamento
07/02/2011
Calore radiante a lunga durata
01/12/2011