ARCHITETTURA FARE

Il camino nella casa di montagna

Siamo in Francia, a Megève, nella piana del Monte d’Arbois. Posto al centro del grande soggiorno, il camino passante, rivestito completamente in legno, è tipico della zona della Savoia. Il pavimento, sempre in legno, è stato recuperato da vecchie dimore della zona.
Progetto di Jocelyne e Jean Louis Sibuet, architetti

APPROFONDIMENTO
Punta il tuo smartphone e scopri lo chalet
*/chalet-francese

L’arco alpino, per il suo clima rigido e per la ampia disponibilità di legna, è da sempre la culla dei sistemi di riscaldamento più economici ed efficienti, che ancora oggi sono utilizzati per il grande rendimento termico. In generale, la montagna, abitata da gente concreta ed attenta all’uso delle risorse, da sempre ha utilizzato la legna per scaldare le case e ha escogitato i sistemi più convenienti per sfruttarne al massimo l’energia. Ma oggi vengono utilizzati molto anche i pellet, la cui materia prima utilizzata è  principalmente il legno: si tratta spesso di residui della lavorazione industriale, quindi materiale di recupero. Basta comunque guardarsi un po’ indietro, perché questo sistema di “risparmio energetico” è nato proprio con i nostri avi, che si riscaldavano con la natura.

1) Eva 992, camino centrale con focolare aperto Bordelet di Gruppo Seguin. 2) Pratico portalegna con borsa di cuoio Comex Production. 3) TQ33 di Traforart, design e tecnologia spagnola, Nestor Martin. Importato e distribuito da Zetalinea 4) Ego, l’applicazione murale ecocompatibile, PVC free e totalmente personalizzabile, H2art. 5) R1000, il nuovo inserto a pellet, Ravelli. 6) Otta 102, in pietra ollare Odin, distr. da Pirazzo. 7) Con rivestimento in pannelli di maiolica. Tallinn, Piazzetta. 8) Eurofocus 951 a focolare chiuso, che può essere fisso o rotante, Focus.Passione accesa
http://pro.dibaio.com/piazzetta“Se arriva l’estate, ditele che sto dormendo”
http://pro.dibaio.com/focus-camini

condividi :
Ristrutturare la casa di campagna
11/01/2008
Il camino dell’antica villa
30/11/2005