FARE

Camere con vista


Affacciate sul mare Baltico

A Saro, sulle coste svedesi, un’abitazione dall’eleganza discreta e reticente si illumina di luce e di mare.

An unassuming house in Saro, on the Swedish coast, is lit up by the light of the sea.

Progetto di Gert Wingardh
Foto di Gert Wingardh e James Silverman
Testo dell’arch. Ginevra De Colibus

Villa Ann è un’architettura poetica. I volumi puri e compatti, le forme eleganti e discrete si inseriscono in un paesaggio fatto di cielo e di mare. I diversi spazi dell’ampia zona giorno sono divisi da setti in cemento, sapientemente disposti ad
inquadrare scorci suggestivi della costa e delle isole in lontananza. Ma andiamo per ordine. In un giorno d’autunno del 2003, Gert Wingardh riceve l’incarico di realizzare un’abitazione unifamilire a Saro, nella municipalità di Kungsbacka, sulle coste del Mare del Nord. E’ la casa che ha sempre desiderato progettare: un impianto semplice, tradizionale,
con materiali e tecnologie estremamente moderni, in un contesto naturale di intensa bellezza. L’architetto svedese decide di sfruttare quanto più possibile lo spazio e la luce a disposizione.

Villa Ann has poetic architecture. Pure and compact volumes, elegant and unassuming forms become part of the landscape made of sea and sky. The various spaces of the large day area are divided by cement partitions, carefully arranged to provide eye-catching views of the coast and the islands in the distance.
First things first though. One autumn day in 2003, Gert Wingadh was commissioned to make a family home in Saro, in the municipality of Kungsbacka, on the North Sea coast.

L’ampia terrazza di Villa Ann termina in una vasca a sfioro dalla forma stretta e allungata.

The large terrace of Villa Ann endswith a long and narrow spillway pool.

RIFLESSI DEL NORD

Realizzata tra il 2004 e il 2005, Villa Ann presenta un impianto dalla geometria pura ed elegante. Niente è lasciato al caso: la raffinata pavimentazione in tavole di abete sbiancato e spazzolato, il delicato pergolato in ferro, i due imponenti muri in cemento che segnano il perimetro dell’abitzione fino alla vasca dalla forma stretta e allungata, dotata di bordo sfioratore a tracimazione con effetto cascata che chiude la terrazza.

Quest’ultima, illuminata dei mille riflessi freddi e intensi del Mare del Nord, sembra avvicinare il mare alla casa. Più oltre, la striscia di terra che separa l’abitazione dalla costa è stata progettata dallo studio NOD: una struttura di travi in ferro crea un suggestivo disegno a zigzag che enfatizza ed esaspera il movimento delle onde e il profilo delle dune di sabbia.

Raffinati contrasti tra materiali e finiture differenti caratterizzano gli spazi interni di
villa Ann mentre l’ampia vetrata a tutta altezza
illumina i due livelli dell’abitazione e li apre verso l’esterno.

L’organizzazione spaziale è molto semplice: al piano terra un’ampia zona giorno corredata di cucina e lavanderia, al piano superiore due grandi camere da letto con annessi servizi e guardaroba. La casa è tutta orientata verso il mare, a Ovest: una sottile membrana trasparente in vetro separa interno ed esterno. E’ costituita da lastre di vetro temperato
spesse 10 mm che non tremano neppure quando si scatena l’uragano Gudrun. Interamente realizzata con elementi prefabbricati, tutti assemblati in cantiere, Villa Ann è caratterizzata da contrasti volutamente esasperati: elementi dal forte spessore si contrappongono ad altri esili e trasparenti; arredi di design si affiancano a mobili in legno massello non trattato realizzati su progetto.

In questa pagina viste dell’ampia zona giorno al primo terra di Villa Ann. Sottili setti in cemento, sapientemente posizionati, oltre a organizzare lo spazio in diverse aree funzionali, inquadrano scorci suggestivi del mare e della
costa in lontananza.

On this page, view of the large day area on the ground floor of Villa Ann. Thin cement partitions, carefully positioned,
in addition to organising space into various functional areas, also provide a frame for eye-catching views of the sea and
coast in the distance.

WINGARDHS

Gert Wingardh si laurea nel 1975 presso la Chalmers University of Technology di Goteborg e due anni dopo fonda, nella stessa città, lo studio di architettura Wingardhs. Alle esposizioni e ai premi ricevuti in patria si affiancano le partecipazioni alla biennale di Venezia nel 1996 e nel 2004, e alla London Architecture Biennale del 2006, che accrescono la fama internazionale delle sue architetture. I progetti di Wingardh conservano, nella piccola e nella grande scala, una dimensione poetica e romantica dell’architettura. I volumi sono modellati, scavati, scomposti e ricomposti come sculture, enfatizzati da giochi cromatici di materiali, colori, luci e ombre. L’attenzione al contesto e al superbo paesaggio naturale della sua terra c’è sempre e si traduce in tagli studiati che rivelano, all’improvviso, scorci suggestivi.

It was the house that he had always dreamed of designing: a simple layout, traditional, using highly modern materials and technology, in a natural context of intense beauty. The Swedish architect decided to make the best possible
use of available space and light. Spatial organisation is very simple: on the ground floor there is a large day area with kitchen and laundry room, on the floor above there are two large bedrooms with en-suite bathroom and wardrobe. The house faces the sea to the west. A thin transparent glass diaphragm separates inside and outside. This consists of a 10mm-thick tempered glass sheet that did not tremble even when hurricane Gudrun unleashed its power. Entirely made of prefabricated elements, all assembled on site, Villa Ann is characterised by deliberately strong contrasts. Very thick elements contrast with thin transparent ones, rough cement with glass, and designer furniture with untreated custom-made items in solid wood.

 

condividi :
Eventi
08/05/2006
Barcellona
31/07/2005