ARCHITETTURA

Il profumo di lavanda

La bordatura degli scalini tondeggianti che scendono all’interno della vasca è stata fatta con piccole strisce di mosaico in marmo nero Marquiña. La copertura utilizza un telo verde a scomparsa, elettrocomandato, che scorre lungo i bordi. Per evitare l’aggiunta di cloro chimico per sterilizzare l’acqua, si è ricorsi al metodo del sale marino con cui si ottiene una soluzione fisiologica del tutto compatibile con il nostro organismo. È anche questa, forse soprattutto questa, una soluzione da “bioarchitettura”. Intorno è stato ricreato un “giardino rustico”, frutto di un appassionato studio lontano da ogni eccesso, con pitosfori nani, erba santolina, la profumatissima lavanda e molte erbacee perenni, in carattere con l’uliveto. Lo si potrebbe definire un “casale garden”.La Lavanda è conosciuta fin dai tempi più antichi per le sue proprietà In aromaterapia, in giardino il suo profumo è antidepressivo, tranquillizzante. I fiori di lavanda conservano a lungo il loro aroma anche se secchi. È infatti consuetudine mettere dei sacchetti di tela nei cassetti per profumare la biancheria.

condividi :
Una tecnologia
31/07/2005
Parquet per tutte le ambientazioni
07/09/2005