FARE

Biennale di Stia

 
Tratto da:
Il ferro battuto N°24
Biennale di Stia innovazione e tradizione

È Siciliano il primo campione del mondo di forgiatura

È Giovanni Rotondo di Rosolini (Siracusa) il primo campione del mondo di forgiatura. Questo il verdetto del campionato che si è disputato a Stia nell’ambito della XV Biennale Europea d’Arte Fabbrile che si è svolta a Stia dal 4 al 7
settembre scorso. La gara, che ha visto la partecipazione di circa 200 fabbri provenienti da tutto il mondo, aveva come tema Gli Animali. Il fabbro siciliano, che ha realizzato una chiocciola, ha preceduto Giora Biran (Israele) ed il connazionale Fiorello Dal Santo.
Nella gara a squadre vittoria della rappresentativa tedesca di Germania 2 formata da Ulrich Wolk, Martin Brummer, Johannes Zauner e Michael von Mucke. Al secondo posto Italia 13 composta da Elia Antonio e Elia Salvatore, mentre
al terzo posto si è classificata Inghilterra 1 con Darren Ainsworth e Guy Jones. Nel Concorso Internazionale di Disegno e Progettazione sono stati premiati: Marco Bracci per l’estetica; Biran Giora per la possibilità tecnica; Halevy Einat per
l’armonia. Riconoscimenti anche per i fabbri che avevano allestito gli stand in Piazza Tanucci.
Nella Sezione innovazione primo premio allo stand di Ermanno Ervas di Preganziol (TV) e secondo a quello allestito da Gabriele Curtolo di Silea (TV) e Claudio Bottero di Piombino Dese (PD). Quest’ultimo ha ricevuto anche una menzione speciale della Giuria per l’abilità del suo lavoro e per le tecniche innovative.

Nella Sezione tradizione primo premio per Domenico Costa di Pace del Mela (ME) e menzione speciale di alcuni giurati per Jadran e Martino Stenico per aver utilizzato una tecnica innovativa nel loro personale modo di lavorare.
Viva soddisfazione è stata espressa da Roberto Frulloni, Sindaco di Stia e dalla prof.ssa Luisa Copercini, Presidente dell’Associazione per la Biennale d’Arte Fabbrile. “Il bilancio della XV Biennale d’Arte Fabbrile è senza dubbio ottimo visto che la novità di quest’anno, il Campionato del Mondo di Forgiatura, ha ricevuto moltissimi consensi sia tra i fabbri che tra le migliaia di visitatori che sono giunti a Stia da ogni parte d’Italia. Che la manifestazione sia ulteriormente cresciutaè testimoniato anche dall’attenzione che i mass media, locali e nazionali, hanno avuto nei nostri confronti. Un sentito e doveroso ringraziamento va quindi a tutti i fabbri, agli sponsor, agli enti che hanno contribuito alla ulteriore crescita della nostra manifestazione. Rinnoviamo a tutti l’appuntamento per la XVI edizione che si terrà dal 1 al 4 settembre 2005”.

Nelle foto: l’immagine della chiocciola vincitrice della gara che ha visto confrontarsi, durante la Biennale di Stia, 200 fabbri provenienti da tutto il mondo.
L’immagine di Giovanni Rotondo di Rosolini (Siracusa) realizzatore dell’opera mostra la targa che lo dichiara primo campione del mondo di forgiatura.
Tre momenti della Conferenza “America – Europa – Giappone, l’anello mondiale del ferro” alla quale hanno partecipato, tra gli altri la professoressa giapponese Akiko Nakatani, il Presidente dell’Associazione per la Biennale di Arte Fabbrile Professoressa Luisa Copercini e l’artista americano Tom Joyce .

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito www.comune.stia.ar.it

condividi :
Fiori: La Margherita
23/07/2008
Tra interno ed esterno
18/02/2008