ARCHITETTURA FARE

Bar Design

Publiredazionale a cura di Di Baio Comunicazione

La Cav.it arredamenti è specializzata nella progettazione e realizzazione di arredamenti per negozi e locali pubblici su misura dal 1961, con particolare attenzione al settore food: pasticcerie, gelaterie, panetterie, bar, paninoteche, pubs, ristoranti, wine bar e discopubs. L’esperienza nel settore, unita alla costante ricerca sui nuovi sistemi di lavorazione e
alle attuali tendenze del gusto, hanno permesso di esportare l’operato oltreoceano. I punti di forza sono la possibilità di eseguire tutte le lavorazioni, gestendo la progettazione e la costruzione all’interno dello stabilimento, creando il perfetto connubio tra artigianalità e industria.

Nel progetto per il“Centro di degustazione della distilleria Beccaris”,
in provincia di Asti, si riflette pienamente il carattere dell’azienda. Questo locale sfugge dalla logica del bar per avvicinarsi a quella dello spazio espositivo e culturale: un luogo per la degustazione dei distillati e per la diffusione della cultura inerente a questi prodotti, attraverso dibattiti, esposizioni e vendita di libri specialistici. L’ampio spazio (400
mq), ricavato in un’appendice della fabbrica, è articolato su due livelli: il terreno, destinato all’esposizione delle bottiglie e alla degustazione, il soppalco rivolto all’esposizione di libri e documentazione.

Stabilimento e Uffici Via Nazionale, 19 – 14025 ITALIA Chiusano (AT)
tel 0141 901259 (r.a.) – Fax 0141 901261
www.CAVit98.it

La linea di demarcazione dei due spazi è delineata e rafforzata dalla presenza di un mobile/quinta dall’andamento sinuoso, sapientemente disegnato per assolvere alla duplice funzione: bottigliera a quota terra, quasi fosse la scena di un teatro nel quale le bottiglie si collocano, espositore di libri/parapetto alla quota del soppalco. Questo elemento, di notevole altezza, acquista la giusta dimensione in rapporto allo spazio in cui è inserito; i contrafforti, esili e rastremati verso l’alto, conferiscono all’insieme un effetto di leggerezza enfatizzato dall’uso di mensole in cristallo. Di fronte a questo elemento si trova il banco degustazione, concepito come un cerchio tagliato da un muro: il disegno del fronte dona all’elemento un aspetto massiccio, sicuro, stemperato dal fluttuante piano in marmo. Due forme identiche si contrappongono restituendo un interessante contrasto tra pieni e vuoti, tra gravità e leggerezza, in cui legno, vetro e acciaio sono abilmente miscelati.

condividi :
Cinque secoli
07/09/2005
NEWS 5
16/01/2012