ARCHITETTURA

I BANCHI COME NUOVI

Costruita fra il 1828 e il 1849 per volontà del Comune e del governo di Vienna, su progetto dell’architetto Pietro Nobile (1774-1854), la chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo (Nuovo) sorge nel cuore del Borgo Teresiano a Trieste, in testa al Canal Grande.
La pianta racchiude entro un nitido rettangolo navata, presbiterio, sacrestia e campanili; la facciata principale si distingue per un pronao con timpano su sei colonne ioniche che si elevano su un’ampia gradinata.
La chiesa fu consacrata dal vescovo Bartolomeo Legat (1847-1875) il 14 ottobre 1849.
Il progetto di restauro dei banchi di preghiera inizia nel 2009 ed è legato a tre aspetti: IL RESTAURO I banchi sono realizzati in legno di noce con evidenti segni di danni da parte di insetti silofagi, presentano piccole mancanze di cornici modanate e mostrano fessurazioni e danneggiamenti alla struttura come anche più superficialmente segni, graffi, scalfiture del legno e della vernice, non originale, variamente posizionati.
LA SOSTITUZIONE I banchi sono disposti lungo la navata in 12 gruppi, di cui 8 costituiti dai banchi oggetto del restauro e 4 realizzati in tempi più recenti con forme ed essenza diversa e quindi, da sostituire.
IL RIPRISTINO È stato eseguito da Genuflex (con sede a Maser, Treviso). Progettista e D.L. l’ Arch. Fulvio Urbano Bigollo.
In origine i gruppi di banchi erano posizionati su pedane in legno non più esistenti, da ricostruire e ricollocare…

L’articolo completo è disponibile in
CHIESA OGGI 100
Acquistalo online, in Edicola o su www.lekiosk.com !

Arrediamo il silenzio
http://pro.dibaio.com/genuflex-arredo-restauro

condividi :
Una residenza nel bosco
15/02/2007
Mobili OUTDOOR Arredare in armonia con l’ambiente
25/05/2011