55 mq. per una coppia

55 mq. per una coppia

Come trasformare, senza costosi interventi murari, un ampio living in una comoda zona soggiorno pranzo, inserendo anche una completa cameretta per un figlio.

La ristrutturazione interna di questo appartamento, composto originariamente da tre locali per una superficie netta calpestabile di circa 55 metri quadrati, è stata volutamente suddivisa in due momenti, secondo le esigenze dei committenti. Un primo progetto riguarda la riorganizzazione degli spazi tenendo conto delle esigenze di una giovane coppia. La camera da letto, il bagno e l’antibagno vengono creati cercando di sfruttare al massimo i dimensionamenti consentiti dal Regola-mento Edilizio e ottenendo dei buoni risultati a livello di comfort e funzionalità. Adiacente alla zona dei servizi trova spazio la zona cucina che è attrezzata con un’ampia nicchia per un frigorifero d’arredamento e grazie alle dimensioni della finestra ha un’ottima luminosità. La zona cottura può essere occultata facilmente da una parete scorrevole a vetri satinati, utili per non appesantire eccessivamente la restante parte del locale giorno. In previsione di una risistemazione poco onerosa da effettuare in un secondo momento per l’arrivo di un figlio, la parete del soggiorno laterale all’ingresso viene attrezzata ad hoc con un capiente contenitore su misura riutilizzabile in futuro come armadio guardaroba della cameretta. Dall’altro lato della porta d’ingresso, un armadio della stessa finitura del precedente e del colore delle pareti, funge da attaccapanni per gli ospiti. Il secondo progetto prende in considerazione le nuove necessità determinate dall’arrivo di un figlio, che ha bisogno di un suo spazio esclusivo. Grazie agli arredi scelti nella prima fase si può facilmente operare una sorta di traslazione della zona conversazione verso la zona cucina, lasciando così lo spazio per la predisposizione di un locale in più a destra dell’ingresso. Il tavolo a libro, che inizialmente giaceva aperto in un ampio spazio, adesso viene tenuto abitualmente chiuso a cavallo dello spazio tra le porte scorrevoli, pur non dovendo rinunciare occasionalmente alla possibilità di aprirlo per gli ospiti. Il mobile componibile attrezzato come libreria e vano tv viene spostato in avanti e facilmente riutilizzato come parete divisoria. Ruotando di 180 gradi il modulo verso la finestra si mette a disposizione della nuova camera una comoda libreria. La parete è poi completata con una porta scorrevole montata su un elemento in cartongesso e da un controsoffitto con fibre ottiche che delimitano e illuminano la nuova zona conversazione. Tutto l’appartamento è impostato su una gamma armonica di tre colori dominanti e delle loro rispettive gradazioni. Le pareti, le armadiature, i mobili contenitori e i soffitti sono di colore giallo sabbia; gli imbottiti, il rivestimento del bagno ed alcuni complementi d’arredo come ad esempio i tendaggi ruotano attorno ad una gamma di azzurri e blu; i serramenti sono della stessa tonalità di grigio della cucina e del pavimento. La cucina deve avere un design molto lineare e sobrio, preferibilmente senza maniglie a vista, in quanto nel secondo progetto il ridimensionamento dello spazio destinato alla zona pranzo dà luogo ad un minore utilizzo delle quinte scorrevoli lasciando spesso la zona cottura a vista. Si può spezzare l’uniformità cromatica delle pareti con del blu nella camera da letto ricavata per il figlio e nella parete in cui è inserita la porta che dà accesso alla zona notte.

     

Commenti

Commenta questa notizia

Tutti i commenti saranno sottoposti ad approvazione da parte della redazione di dibaio.com. Lasciate il vostro contributo.

Per contribuire è necessario confermare il proprio indirizzo e-mail ed effettuare la login

Se non sei registrato clicca qui

TUTTI I COMMENTI NUOVI COMMENTI

x

Si No
%A

CARRELLO
TAG