PENSARE

Parco fluviale attrezzato

L’essenza più profonda della tecnica non è nulla di tecnico …
M.Heidegger, La questione della tecnica

Il Tevere è un elemento determinante per l’equilibrio ecologico all’interno del territorio romano, come sintesi tra aspetti ambientali, storici ed archeologici. È possibile recuperare un rapporto di ‘bisogno’ tra architettura e contesto, tra sociale e naturale; ciò può avvenire solo attraverso il riconoscimento del suo reale valore strategico, la compatibilità paesaggistica e con la realizzazione di nuovi parchi fluviali, strutture per la ricettività, contribuendo notevolmente al recupero di un forte legame tra città e fiume.

Il progetto
La strategia è fondata su di un processo evolutivo e flessibile di riorganizzazione dell’area, usando positivamente la frammentazione del luogo, inserendo parchi, giardini, promenades; prefigura azioni in grado di innescare progettualità mirate a riportare qualità nel contesto urbano adiacente al fiume, riqualificando e relazionando le aree del waterfront connesse. Si prediligono prestazioni di leggerezza, amovibilità, mitigazione dell’impatto visivo, impiego di materiali eco-compatibili e facilmente riciclabili: pedane, pontili e passerelle sono realizzati in legno ed acciaio ed elementi galleggianti…

L’articolo completo è disponibile in
ARCHITETTURA E CITTA’ 6
Acquistalo online o in Edicola!

condividi :
I 40 anni di Sgt. Pepper’s
23/07/2007
Quando il dettaglio è classico.
24/07/2006