ARCHITETTURA PENSARE

Anteprime

Stile Tirolese

I mobili in legno massiccio di Bianchi sono rustici, di concezione artigianale, e ripropongono lo stile tirolese e bavarese. Per utilizzare al meglio lo spazio l’azienda garantisce progetti personalizzati per ogni ambiente. Mobili per il soggiorno, tavoli, panche boiserie, sono sobri e al tempo stesso accoglienti.
Notti serene

In Alto Adige vivono ancora tradizioni millenarie come quelle di confezionare piumini e trapunte in piuma d’oca, tradizione che DaunenStep svolge avvalendosi di un’esperienza nel settore di ben tre generazioni. Ogni trapunta è un capo unico e prestigioso. Per dormire serenamente nelle notti di montagna.

In Edicola – CASE DI MONTAGNA N°60
Un nuovo numero per gli amanti della montagna, dell’architettura alpina e del benessere.
Uno sguardo sul mondo: dalla cittadina francese di Megève al paesaggio americano
del Montana, dalle alture piemontesi alle montagne di Madonna di Campiglio.
Un numero tutto da sfogliare, dove trovare spunti interessanti per arredare e ristrutturare la propria casa di montagna. Una carrellata di stufe e camini, e ancora, le ultime e più innovative soluzioni nel campo della prefabbricazione. Uno sguardo rivolto ad alcune abitazioni particolarmente suggestive sul territorio italiano, francese e americano. Nella consueta rubrica dedicata alla Casa Ecologica, presentiamo un intervento a Bolzano, nel pieno rispetto dell’ambiente: si tratta di un “ecocondominio” a basso consumo energetico, che sfrutta l’energia solare passiva attraverso le grandi superfici vetrate disposte strategicamente sul lato sud dell’edificio.
Destinazione…Megève

Nella cittadina di Megève, uno chalet ristrutturato a regola d’arte, con una forte passione per la cultura savoiarda. Distribuito su due piani, ha una struttura che si articola in modo razionale, giocata sulla maestosità dei volumi interni e ull’inserimento di ampie vetrate.

Andar per musei

Nella rubrica dedicata ai musei italiani e non, il racconto dell’attenta ristrutturazione di un antico maso che è stato trasformato in un interessante museo dell’apicoltura. Situato nell’altopiano del Renon, ospitava un’abitazione, una stalla e un fienile e fu l’unico edificio della zona che nel 1600 non fu bruciato.

condividi :
360 gradi
31/07/2005
Oggetti
31/07/2005