FARE

ANDREAS KIPAR – Studio Land

Il verde, un alleato strategico nella rigenerazione urbana

Andreas Kipar paesaggista, architetto e docente di progettazione del paesaggio al Politecnico di Milano,  ha fondato Land, Landscape Architecture Nature Development. Sotto questo nome, Land Italia, Land Suisse Sagl e Land Germany collaborano al cambiamento del modello di sviluppo immobiliare che vede il verde come vero valore del progetto, innovazione del costruire e sostenibilità della rigenerazione urbana.

Il verde secondo kipar

Il metodo progettuale di Kipar guarda allo spazio aperto come un luogo a cui dare una nuova identità, promotrice di rigenerazione urbana. Nella realizzazione di un masterplan il progetto deve prevedere prima la realizzazione del sistema di verde e acqua e, solo in seguito, la realizzazione degli edifici. Infatti la natura ha tempi più lunghi di quelli umani, per questo è necessario progettarla e coltivarla anticipatamente creando una nuova estetica del territorio. Quindi nella progettazione dev’essere compresa la coltivazione dei paesaggi, luoghi in cui la natura entra nei vuoti urbani. È possibile lasciare aree non coltivate, ma bisogna scegliere di farlo in modo consapevole.

La biodiversità che si viene a creare a livello urbano grazie all’inserimento di parchi e aree verdi fa ricordare che non siamo estranei alla natura ma ne facciamo parte. Il verde non è più solo un accessorio ornamentale ma è uno strumento sostanziale all’interno del sistema urbano. Le infrastrutture verdi diventano strumenti di promozione sociale.

Kipar spiega come il verde da costo dev’essere pensato come investimento. I servizi ecosistemici del verde sono il collante a sostegno della città. Il sistema verde, ben mantenuto, ha numerosi vantaggi: regola il microclima urbano, depura l’aria dagli inquinanti, migliora il benessere psicofisico dei cittadini. Queste caratteristiche portano al miglioramento della salute dei cittadini abbassandone quindi il costo sociale in termini di malattie.

La manutenzione del verde

La manutenzione del verde ha un costo decisamente ridotto rispetto alla manutenzione degli immobili. Può quindi essere un’efficace strumento di gestione urbana a ridotto impatto economico e la sua manutenzione deve rientrare nei bilanci ordinari  mettendo a disposizione budjet calcolati da professionisti del settore.  La manutenzione del verde deve essere affidata soltanto a veri professionisti  del settore, ridando dignità a queste importanti quanto sottovalutate figure professionali. L’ecosistema urbano non riguardo soltanto le  aree pubbliche ma anche quelle private. È tramite la manutenzione dei piccoli e grandi giardini privati che il sistema funziona. Per questo la presenza di incentivi fiscali per la loro manutenzione diventa un fattore fondamentale all’interno della pianificazione della forestazione urbana.

Dal BIM al LIM

Lo studio Land ha attuato un nuovo  progetto di ricerca, il  Landscape Information Modeling (LIM). Il Lim aggiunge una nuova dimensione al Building Information Modeling (BIM). Infatti aiuta i professionisti a progettare soluzioni basate sulla natura per città più verdi e più sane utilizzando un approccio basato sui dati.

Con il LIM lo studio Land rivoluziona il modo in cui si progettano i paesaggi urbani misurandone l’impatto sulla qualità dell’aria, la gestione delle risorse idriche, le condizioni del suolo e la crescita delle piante, tutto  per migliorare il benessere delle persone nelle città.

 

Arch. Paola Bettoni

 

 

condividi :
Cristalli di luce
18/12/2006
Pools Versilia
05/07/2006