PENSARE

Ambientazioni rustiche e raffinate in un’antica masseria


Una masseria del XVI secolo è ora un elegante resort immerso nella natura pugliese

Eleganza e comfort caratterizzano l’atmosfera del luogo, richiamando la tradizione e rispondendo alle esigenze moderne.

Servizio Luisa Carrara
Testo Arch. Roberta Tongini Folli
Foto Athos Lecce

La Masseria Torre Coccaro, come molte masserie pugliesi, è nata come una torre di avvistamento e difesa, eretta contro le continue scorribande dei saraceni. Ideata dai proprietari, comprende diversi ambienti e strutture: oltre alle camere e suite, un ristorante nelle antiche stalle e sotto un pergolato, sale riunioni negli antichi fienili, una sala plenaria nell’antico frantoio ipogeo, una cappella d’origine settecentesca, un laghetto-piscina con snack bar, una tufara oggi orto-giardino, un maneggio, un campo da golf, una spiaggia sabbiosa, una Spa con palestra, piscina riscaldata, idromassaggio, bagno turco e bagno all’olio di eucalipto.
Le antiche strutture in pietre sono state conservate e ripensate anche con recupero dei materiali provenienti da una cava locale; il riuso del costruito ha previsto l’adeguamento funzionale secondo le esigenze di una selezionata struttura alberghiera con Spa e centro servizi.
Le camere e le suite sono immerse nel verde della natura ed hanno ognuna un piccolo patio riservato; di varie tipologie, sono inserite o in una grotta naturale con caminetto o nella torre della masseria con balcone, vasca idromassaggio e vista mare/ulivi, oppure nell’aia con caminetto.

In questa pagina: pareti e soffitto di roccia, muri a tessitura disomogenea e pavimento in lastre di pietra delimitano la stanza da bagno.
L’ampia vasca è realizzata in cemento di cui è stata lasciata a vista la casseratura (rubinetterie Raf e sanitari Kerasan).

Gli arredi sono tipici della masseria con mobili dipinti secondo le antiche tradizioni.
Una delle suite si affaccia sull’antico aranceto privato ed è inserita in una grotta naturale con piscina privata, idromassaggio e caminetto. Le camere, alcune con lounge privato, sono arredate con piccoli tavolini e con poltroncine per la colazione.
Un’altra suite comprende un salotto arredato con comodi ed eleganti divanetti e con un grande caminetto disegnato dal proprietario e realizzato in pietra di recupero.
Come le camere, anche alcuni bagni sono scavati nella pietra. Nel cortile della masseria si trova la cappella risalente al 1730, tutt’ora consacrata, luogo di culto degli antichi pescatori del vicino borgo che venivano in processione una volta
all’anno per onorare i santi protettori della zona.
All’interno della masseria è stato realizzato anche un laghetto-piscina dalla forma irregolare e allungata; è circondato dal verde ed è delimitato da tipici muretti in pietra posati a secco; il bagnasciuga corre lungo parte del perimetro
della piscina.

 

condividi :
Tendenze: modern design
08/05/2006
Spazio aperto tra i tetti.
30/07/2008