PENSARE

ALL RED


Un insolito open space dominato dalle calde tonalità del rosso.

Progetto Studio BOD’À bottegadarchitettura
Servizio e testo Maria Galati architetto
Foto Sarah Angel Bezzecchi

Il compito di un architetto è quello di elaborare un progetto che rispecchi la personalità di chi lo vive. Nella cittadina di Bra (TO), lo studio di architettura torinese BOD’À si è occupato della ristrutturazione di un appartamento, all’interno di un palazzo dei primi del ‘900, nel centro storico della città. Il vecchio appartamento è stato completamente svuotato, creando un arioso open space. La struttura del nuovo progetto è organizzata in modo che non vi sia, da nessun
punto dell’appartamento, la completa percezione dello spazio, ma l’alternarsi di scorci, trasparenze e punti di vista che indirizzano lo sguardo a scoprire i diversi ambienti. Il colore della passione, il rosso, irrompe prepotentemente all’interno del luminoso appartamento, raccontando di un padrone di casa dalla forte personalità.

È un interno con una personalità intensa, caratterizzato da
scorci e prospettive che ne mettono in luce le diverse aree.

Tavolo in legno d’antiquariato; le sedie, una diversa dall’altra, sono di modernariato.

Si tratta di un giovane intellettuale, amante dell’arte, della lettura e della buona cucina.
Lo studio BOD’À ha progettato minuziosamente le diverse zone funzionali. La cucina è essenziale, a lei viene dedicato il giusto spazio per la preparazione dei cibi, e al di là della quinta è stata collocata la zona pranzo dove, nella patria dello slow food, poter gustare una cucina genuina.

Nel pranzo un tavolo d’antiquariato e un mix di sedie vintage.

Libreria su disegno realizzata dal laboratorio di falegnameria Pietro Gardiman, Vigliano Biellese (BI).
Cucina su misura realizzata dalla falegnameria Pietro Gardiman, elettrodomestici, Rex; cappa, Faber; rubinetteria, Newform.
L’area operativa della cucina si appoggia a un muro portante che è stato tagliato e rinforzato. La parte nobile dei mobili base è stata decorata dal proprietario con la tecnica del decoupage. Parquet effetto anticato, Parquet service.

BIOGRAFIA

STUDIO BOD’Á, bottegadarchitettura
Nel 2006 Daniel Antonini, Federico Bertoli, Damiano
Gravili e Stefano Scarafia, dopo aver maturato esperienze personali presso studi di architettura, agenzie pubblicitarie e nel cinema hanno deciso di avviare una realtà creativa capace di offrire un servizio di progettazione dallo spettro più flessibile e contaminato. BOD’À intende Spazi, Video e Grafica come “media” come strumenti di comunicazione.
Lavora per interpretare le esigenze del cliente e tradurle in un progetto di comunicazione.

QUALITA’ DELL’INTERVENTO

Centralità del progetto: la realizzazione di un open space per un single, amante dell’arte.
Uso dei materiali: a pavimento, parquet effetto anticato, e per il rivestimento del bagno rasatura a base cemento.
Innovazione: la progettazione di uno spazio ricco di prospettive, elementi, scorci che ti guidano alla scoperta degli spazi.
Nuove tecnologie: nella zona centrale, un "cannone di luce" amplia lo spazio verso l’alto e porta la luce naturale all’interno.

Illuminazione, Delta Light; poltrona “Sacco”, Zanotta; le opere d’arte inserite nella libreria sono di Emilio Scanavino.
 Vasca d’antiquariato, miscelatore, Zucchetti.

La grande libreria ci racconta le passioni e il carattere del proprietario. Progettata ad hoc per il padrone di casa è movimentata dall’inserimento di quadri e di nicchie che, come altorilievi, ne spezzano la monotonia.
Un’altra parete rossa fa da sfondo alla camera da letto. L’arredo è semplice, valorizzato dalla vasca da bagno free standing, un pezzo di antiquariato inglese fine ‘800, restaurato e smaltato di nero.

 

condividi :
Il parquet
05/10/2006
Ricamo prezioso come un merletto
02/12/2008