PENSARE

NELL’ANTICA BAITA

È stato recuperato il più possibile, come le vecchie travi e capriate, tornate al loro splendore originario; al centro del grande soggiorno mansardato un camino in pietra rustica.in ferro verniciato a polvere epossidica (dimensioni cm. 21 – prof. cm. 38 – peso Kg. 3,7)

Porta attrezzi in metallo verniciato nero a polvere epossidica con piede e manici in legno di faggio tinto noce (dimensioni cm. 65 – peso Kg. 4,6)in metallo verniciato a polvere epossidica con 4 ruote piroettanti e coperchio in legno di faggio tinto noce (dimensioni h. cm. 45 – largh. 65 X 35 – peso Kg. 14)L’arch. Pierpaolo Court, in questa baita settecentesca in Val di Susa, ha mantenuto le vecchie travi e capriate, tornate al loro splendore originario; al centro del soggiorno mansardato troviamo un camino dalla struttura in pietra rustica.PIERPAOLO COURT, architetto
Vive e lavora a Cesana Torinese nell’Alta Val di Susa. Ha conseguito la laurea in Architettura nel 1982 al Politecnico di Torino e l’abilitazione presso quello di Milano. Ha progettato principalmente nel campo del restauro e ristrutturazione di fabbricati tipici dell’ambiente montano, con incarichi da enti, associazioni e privati per edifici a destinazione commerciale, ricettiva, sportiva, agricola, artigianale e sacra.

condividi :
Progetto di restauro dell’edificio della Dogana – Avellino
14/09/2011
ETICA E LAVORO
09/02/2011