Tratto da:
99Idee Casa N°87
Linee Moderne e dettagli di design
Di Baio Editore

Servizio di: Claudia Castelli architetto
Foto: Athos Lecce

A Milano, nei pressi del Politecnico

La nostra giovane coppia ama mischiare pezzi di design a un arredamento moderno, semplice e funzionale. E’ proprio su questa linea progettuale che il loro architetto Nicoletta Ferrari ha trasformato il loro appartamento di circa 150 mq rendendolo caldo accogliente e allo stesso tempo raffinato. Entrando nel soggiorno, che per i proprietari costituisce un luogo vitale, troviamo una distribuzione degli spazi ben studiata, adattata al loro stile di vita, con un ottimo equilibrio tra design e moderno. La spazialità è aumentata dalla luce ambientale soffusa e dalla posa in diagonale del parquet in doussié africano con verniciatura semilucida. Questo pavimento lo ritroviamo nella zona notte e nell’ingresso
che si apre sul soggiorno, caratterizzato da un controssoffitto curvilineo che con la molteplicità di faretti incassati ricrea un ottimo gioco di luci rendendolo confortevole. Il tutto è giocato sulle tonalità del blu e del color “cipolla” che ritroviamo nel divano di Cassina con piedini in acciaio satinato, nei cuscini, nel tappeto, nelle candele appoggiate sul tavolino “Schopenauer” di Fontana Arte disegnato da Gae Aulenti, nella parete curva di fondo in stucco veneziano,
nelle sedie Frau in pelle con struttura in legno.

Colori progettati e giocati sulle trasparenze, in armonia con l'ambiente del soggiorno caratterizzato da un gusto moderno e dalla ricercatezza del design.

Persino nell’oggettistica che tali colori li vede accostati nei vasi “Libera”, messi in risalto dalla trasparenza del tavolo modello Arlecchino che allarga lo spazio e crea suggestivi contrasti di luce. E come non soffermarsi sulla raffinatezza delle porte laccate bianco lucido che separano il soggiorno dal locale studio e dalla cucina, con vetri disegnati a mano su progetto di Laura Morandotti che richiamano i colori dei complementi d’arredo e delle pareti. La cucina, che per altro è l’ambiente più frequentato della casa, risulta fondamentale per la nostra giovane coppia perché sfruttabile come angolo di convivialità. Qui veniamo accolti da una luce intensa e avvolgente che disegna gli spazi e ci fa percepire un forte contrasto col soggiorno; si passa infatti da un’ ambiente molto caldo ad uno freddo, dove il bianco dei pensili diventa l’elemento dominante. Questo bianco viene spezzato dalla cappa in acciaio e dal piano grigio in pietra di polvere di quarzo, e vivacizzato dal rosso dei vasetti “Nazareno De Santis”, dalle tovagliette e dalla lampada “Gless” di Fontana Arte. Ad accentuare il contrasto col bianco e ad aumentare la spazialità troviamo il pavimento in grès porcellanato a effetto pietra, posato a quarantacinque gradi, le sedie e il tavolo in legno con gambe in acciaio cromato dalle linee eleganti ed invitanti.

Un semplice tocco di rosso può diventare un modo divertente
di vivacizzare e rendere accogliente l'ambiente.

Anche l’ambiente bagno diventa importante, funzionale, sempre più bello e confortevole, e i nostri giovani amici hanno studiato il modo di renderlo un vero e proprio paradiso del relax, un viaggio nel benessere, una piccola beauty farm domestica, dove, pervasi da un vago spirito da antica Roma, ci si può immergere in un bagno di schiuma, che risulta un autentico piacere dei sensi. Ci troviamo quasi in un luogo dei riti, dove prendersi cura del proprio corpo e
ricercare equilibrio e armonia. Tutti gli elementi che compongono i due bagni si combinano come in un puzzle, per
dare un insieme armonico. Per accentuare l’idea di relax in entrambi i bagni sono stati utilizzati i toni del bianco e del verde. Nel bagno di sinistra il bianco è interrotto solo dal pavimento e dalle decorazioni.

Il bagno come status symbol che si cerca di rendere sempre più bello e confortevole, una stanza funzionale nella
casa, una piccola beauty farm domestica pensata a propria misura.

Nelle foto: il lavabo in cristallo trasparente e le rubinetterie in acciaio “Bongio”. La trasparenza risulta di particolare effetto in uno spazio in cui vengono valorizzate le superfici.